Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente Jean-Bertrande Aristide potrebbe rientrare presto in Haiti: le autorità di Port-au-Prince hanno infatti reso noto di essere pronte a rilasciare un passaporto all'ex capo dello Stato, che ormai tempo fa aveva chiesto di poter tornare nel proprio paese.

Aristide, che è stato deposto nel 2004, aveva giorni fa diffuso una lettera nella quale sottolineava di "essere pronto" a sbarcare a Port-au-Prince, per poter essere vicino al paese in questo difficile momento, oltre che per ragioni di salute.

Aristide, che vive in Sudafrica e gode ancora di un gran numero di sostenitori nel paese caraibico, è stato l'uomo che aiutò gli USA a deporre Jean-Claude "Baby Doc" Duvalier, il quale ha sua volta è rientrato due settimane fa ad Haiti, dopo un lungo esilio.

Ieri, è stata in visita a Port-au-Prince la segretario di stato americano Hillary Clinton, la quale ha sottolineato l'appoggio di Washington alla "raccomandazione" fatta giorni fa dall'Organizzazione degli Stati Americani (Osa) che ha chiesto la sospensione del candidato Jude Celestin, appoggiato del capo dello Stato uscente René Preval, al ballottaggio delle presidenziali, in programma il 20 marzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS