Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

HarperCollins cancella Israele dalle mappe: per mesi la casa editrice ha venduto un Atlante sviluppato appositamente per le scuole del Medio Oriente, ma dove non compariva lo Stato ebraico. Dopo che il sito cattolico 'The Tablet' ha denunciato la cosa, scatenando proteste e roventi polemiche, la casa editrice Usa ha cercato di correre ai ripari scusandosi per l'omissione e annunciando il ritiro dalla vendita delle copie rimaste.

Secondo quanto riportato da The Tablet, la decisione era stata presa per "assecondare esigenze locali". L'Atlante, su cui comparivano la Siria, la Giordania, e anche la striscia di Gaza, ma non Israele, aveva l'obiettivo di "aiutare gli studenti a capire meglio le dinamiche della regione e i suoi problemi, il rapporto tra l'ambiente fisico e sociale, le sfide dell'area e il suo sviluppo socio-economico".

"HarperCollins deplora l'omissione d'Israele dal Collins Middle East Atlas - scrive ora la casa editrice sulla sua pagina Facebook - Questo prodotto è stato ritirato dalla vendita ovunque. HarperCollins si scusa sinceramente per questa omissione e per qualsiasi offesa abbia causato".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS