Secondo Nick Hayek, "patron" di Swatch Group, l'industria orologiera svizzera non ha nulla da temere dall'arrivo annunciato imminente dell'iWatch, l'atteso "smartwatch" di Apple, e dagli altri "orologi intelligenti".

Di fronte a giganti quali Samsung, LG, Motorola e presto Apple "non abbiamo complessi di inferiorità", afferma Hayek in una intervista al settimanale romando "L'Hebdo" in edicola domani. "Non abbiamo nulla da guadagnare tentando di sommergere i mercati di gadget elettronici", aggiunge il Ceo del gruppo Swatch.

Per Hayek, sono piuttosto i fabbricanti di articoli elettronici ad essere inquieti: "hanno forse capito che la miniaturizzazione porterà a nuovi prodotti che si indossano sul corpo" e che "minacciano di sostituire i telefoni e altri dispositivi portatili piuttosto che l'orologio".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.