Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Utile netto raddoppiato per Hilti l'anno scorso: attestatosi a 194 milioni di franchi segna un incremento del 101% rispetto all'anno precedente. Lo ha comunicato oggi il produttore di attrezzi e componenti per l'edilizia con sede a Schaan nel Liechtenstein.

Il risultato operativo è progredito del 45% a 301 milioni di franchi. La performance è da ricondurre a contrazioni di costi nella sede principale e a un aumento generale della produttività, ma anche a un miglioramento sensibile del giro d'affari, salito del 5,2% a 4,2 miliardi di franchi come annunciato a gennaio (+4,4% in valute locali).

In Sudamerica la crescita è stata del 32,4% in divise locali, in Nordamerica del 13,4%. Bene anche le regioni Asia/Pacifico (+9,5%) ed Europa dell'Est/Medio Oriente/Africa (+8,9%). Nel resto dell'Europa invece risulta un calo delle vendite dell'1,9%.

Intanto il CEO Bo Risberg ha annunciato durante la conferenza stampa di bilancio a Zurigo che a fine anno lascerà la carica, assunta nel 2007: il regolamento interno prevede l'uscita dalla direzione dei membri all'età di 56 anni. In base a ciò Risberg avrebbe già dovuto andarsene l'anno scorso, ma vista la crisi in diversi mercati e il vigore del franco, non era il momento opportuno per un cambiamento ai vertici, viene precisato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS