Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

JONA SG - L'utile netto del gigante del cemento Holcim ha registrato un calo del 24,9%, a 611 milioni di franchi, nel primo semestre, rispetto allo stesso periodo del 2009. Motivo: un onere fiscale eccezionale di 186 milioni. Le vendite sono aumentate dell'8,1% a 10,9 miliardi di franchi.
A livello operativo, l'utile prima di imposte, interessi e ammortamenti (Ebitda) è progredito del 9,3% a 2,3 miliardi di franchi, ha indicato oggi il gruppo sangallese.
Per quanto riguarda le prospettive, Holcim rileva che lo sviluppo economico in Europa e nel Nordamerica è ancora molto incerto nonostante segnali positivi isolati sul mercato. La richiesta di materiali da costruzione dovrebbe rimanere stabile in America latina e continuare a crescere in Africa, Medio Oriente e soprattutto Asia/Oceania.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS