Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gigante del cemento Holcim ha subito un calo delle vendite del 6,1% nei primi nove mesi del 2013, a 14,941 miliardi di franchi. L'utile operativo EBITDA è sceso nel giro di un anno del 4,1% a 2,951 miliardi, mentre quello netto è cresciuto del 16,8% a 1,277 miliardi, complice la cessione del 25% di Cement Australia e le misure di risparmio.

Soprattutto in India, Canada, Messico e Brasile la domanda è fortemente diminuita, mentre in Europa la situazione si è stabilizzata, ha comunicato oggi il numero mondiale del settore. Sui risultati ha anche pesato il crollo del valore della rupia indiana.

Le cifre non corrispondono alle attese degli analisti, i quali prospettavano mediamente un giro d'affari di 15,124 miliardi di franchi e un utile EBITDA di 3,015 miliardi. Solo l'utile netto è lievemente superiore ai pronostici.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS