Navigation

Honda "rallenta" su elettriche e si concentra su ibride

Honda punta a essere più realistica e si concentrerà almeno fino al 2030 sugli ibridi a benzina e non sui modelli elettrici puri. Keystone/AP/Koji Sasahara sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2019 - 21:55
(Keystone-ATS)

Honda si concentrerà almeno fino al 2030 sugli ibridi a benzina e non sui modelli elettrici puri, che "non saranno il mainstream nonostante l'esistenza di una spinta dei governi e dei produttori di auto di tutto il mondo verso la mobilità elettrica".

Lo ha affermato Takahiro Hachigo, CEO della Honda, commentando la strategia dell'azienda in tema di elettrificazione. "Gli ostacoli alla diffusione dei veicoli elettrici a batteria - ha detto Hachigo - ma anche alla completa guida autonoma sono ancora piuttosto elevati".

Secondo il quotidiano indiano "Economic Times", che ha riferito delle dichiazioni del CEO di Honda, l'azienda giapponese punta a essere più realistica invece di competere con i marchi concorrenti nell'ambito dei veicoli elettrici e delle tecnologie di guida autonoma.

"Non credo che ci sarà un drammatico aumento della domanda di auto a batteria - ha detto Hachigo - e credo che questa sia la vera situazione a livello globale. Ci sono problemi con l'infrastruttura e l'hardware". E ha aggiunto: "esistono diverse normative in paesi diversi e dobbiamo rispettarle. Pertanto, è necessario proseguire nella ricerca e nello sviluppo. Ma non credo che le auto elettriche diventeranno presto la corrente principale".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.