Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno undici persone sono state uccise nella tarda serata di ieri in una sala biliardi di Tegucigalpa, da un gruppo di cinque uomini armati e in divise da poliziotti.

Lo rendono noto i media della capitale dell'Honduras, precisando che ci sono anche tre feriti gravi.

Il massacro è avvenuto nel 'Club deportivo billares Lino' della città, precisano i media. "Da quanto sappiamo al momento, cinque persone che indossavano divise simili a quelle della polizia sono entrate nel locale e hanno iniziato a fare dei controlli. All'improvviso hanno estratto delle armi, forse delle A-47, e hanno iniziato a sparare all'impazzata", hanno sottolineato gli investigatori, ricordando che il gruppo di killer era arrivato nel locale a bordo di un'auto rossa.

Secondo statistiche dell'Onu, l'Honduras è il Paese più povero dell'America Latina dopo Haiti e uno dei più violenti - se non il più violento - al mondo: 86 omicidi per 100 mila abitanti (dieci volte la media mondiale, pari a 8,8). Il doppio, di fatto, degli indici di altri Paesi della regione con forti problemi di criminalità, per esempio il Venezuela ed El Salvador. Un triste record, dovuto soprattutto all'imperversare delle 'maras' (gang criminali) e di milizie private.

Tre giorni fa nella sua abitazione di la Esperanza, nell'est del Paese, è stata uccisa Berta Caceres, l'ecologista indigena che nel 2015 aveva ottenuto il massimo riconoscimento mondiale per le lotte ambientaliste, il premio Goldman.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS