Navigation

Hong Kong: intervento Cina possibile se proteste peggiorano

La governatrice di Hong kong, Carrie Lam. KEYSTONE/AP/VINCENT YU sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2019 - 07:14
(Keystone-ATS)

Se le proteste ad Hong Kong dovessero peggiorare, non è escluso un intervento diretto cinese nella ex colonia britannica.

Durante una conferenza stampa, la governatrice di Hong Kong Carrie Lam ha risposto a una domanda su quale fosse il livello di disordine per poter chiedere aiuto a Pechino al fine di riportare la calma, dicendo di sentire "fortemente che dovremmo da soli trovare le soluzioni ed è questa anche la posizione del governo centrale, ma se la situazione dovesse diventare pessima, allora nessuna opzione può essere esclusa se vogliamo che Hong Kong abbia almeno un'altra chance".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.