Navigation

Hong Kong: scontri polizia-attivisti, usati lacrimogeni

Nuova domenica di scontri a Hong Kong. KEYSTONE/AP/VINCENT THIAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2019 - 12:33
(Keystone-ATS)

Nonostante il divieto, migliaia di manifestanti hanno partecipato a Hong Kong al torneo contro i totalitarismi concluso con numerosi arresti da parte della polizia.

Le forze dell'ordine hanno messo in campo le unità speciali, i 'raptor', in risposta al continuo lancio di oggetti e dei tentativi dei dimostranti per scavalcare barriere erette a difesa dei palazzi governativi e del Parlamento.

Gli agenti hanno usato i lacrimogeni. Si tratta del 17/o weekend di proteste anti-governative.

Alla stazione della metropolitana di Wan Chai, centinaia di manifestanti vestiti di nero, con maschere e caschi, hanno costruito barriere con cestini dell'immondizia e canne di bambù per "resistere" agli assalti della polizia.

Intanto è stato reso noto che la governatrice di Hong Kong Carrie Lam guiderà domani una delegazione in missione a Pechino per la partecipazione alle attività celebrative del primo ottobre, in vista dei 70 anni della fondazione della Repubblica popolare.

La mossa potrebbe creare ulteriori tensioni nel bel mezzo delle proteste.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.