Navigation

Hooliganismo: club e associazione calcio affinano strategia

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 settembre 2011 - 13:52
(Keystone-ATS)

In seguito alla tavola rotonda nazionale organizzata ieri a Berna, l'Associazione Svizzera di Football (ASF) e i club affinano la loro strategia in materia di sicurezza e di prevenzione per combattere la violenza legata agli avvenimenti sportivi. Tre nuove iniziative saranno lanciate al fine di perseguire in maniera sistematica gli autori di reati.

Da un lato, saranno introdotti il divieto di accedere a un area determinata e l'obbligo di presentarsi alla polizia in occasione di manifestazioni sportive; dall'altro, si punterà alla raccolta e alla conservazione di prove acquisite; infine, si vedrà di tutelare i tifosi ospiti durante le partite a rischio, indica oggi l'ASF in un comunicato.

"È nell'interesse della associazione e dei club di agire in maniera sistematica contro gli autori di violenze", sottolinea l'organizzazione calcistica. Anche se è costantemente oggetto di "critiche e accuse", la strategia basata sulla sicurezza e la prevenzione ha dato prova di successo, si legge ancora nella nota.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?