Navigation

Hotelleriesuisse vuole soppressione temporanea dell'IVA

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 ottobre 2011 - 17:13
(Keystone-ATS)

Sopprimere temporaneamente l'IVA nel settore alberghiero per far fronte al "superfranco". È la proposta formulata oggi dall'organizzazione Hotelleriesuisse, che giudica inefficace il "pacchetto" di misure adottate dalle Camere nella sessione autunnale.

L'organizzazione rilancia l'idea di intervenire sull'IVA, con la soppressione dell'imposta per il settore alberghiero per un anno. La misura permetterebbe di attenuare le conseguenze dell'apprezzamento del franco per i turisti stranieri e inciterebbe gli svizzeri a non passare le vacanze all'estero, scrive Hotelleriesuisse.

Già prima della sessione autunnale delle Camere, le principali organizzazioni del turismo avevano chiesto una riduzione dell'aliquota dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) dall'8 al 2,5% per il 2012. La proposta era stata bocciata sia dal consiglio degli Stati che dal Nazionale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?