Navigation

Hotelplan sopprime 425 impieghi, 170 in Svizzera

Hotelplan non si aspetta una ripresa del turismo in tempi brevi. Keystone/MARTIN RUETSCHI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 giugno 2020 - 14:51
(Keystone-ATS)

A causa delle conseguenze dell'epidemia di coronavirus il tour operator Hotelplan Group sopprime fino a 425 impieghi, di cui circa 170 in Svizzera. Inoltre dodici delle 98 filiali nella Confederazione verranno chiuse, comunica oggi la controllata di Migros.

Queste misure "dolorose ed inevitabili" sono necessarie per adattarsi a lungo termine alla difficile situazione di mercato, viene affermato in una nota. Il turismo a livello mondiale è crollato a causa della pandemia e delle conseguenti restrizioni ai viaggi e non bisogna attendersi una ripresa in tempi brevi. Con la ristrutturazione "vogliamo preservare il maggior numero possibile di posti di lavoro a lungo termine e mantenere l'azienda competitiva", afferma il Ceo Thomas Stirnimann, citato nel comunicato.

Il gruppo conta attualmente 2'277 impieghi, di cui quasi 1'200 in Svizzera. Interessati dai tagli sono tutti i dipartimenti, ha spiegato all'agenzia AWP la portavoce di Hotelplan Bianca Gähweiler. In Svizzera la maggioranza dei licenziamenti è già stata pronunciata; gran parte dei collaboratori lascerà l'azienda a fine luglio.

Per i dipendenti interessati nella Confederazione è stato elaborato un piano sociale in collaborazione con i rappresentanti del personale. Inoltre essi saranno assistiti nel riorientamento professionale. In Germania sono state avviate trattative con il comitato d'impresa di HHD, mentre in Gran Bretagna (Hotelplan UK) il processo di consultazione inizierà nei prossimi giorni.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.