Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Abbiamo sempre collaborato con le autorità svizzere fin dalla scoperta del furto di dati nel 2008 e continueremo a collaborare": così, in modo succinto, la filiale ginevrina della banca HSBC ha reagito in un comunicato all'apertura di un procedimento nei suoi confronti e alle perquisizioni.

Recentemente l'ex consigliera federale Micheline Calmy-Rey aveva dichiarato che l'apertura di un'inchiesta "sarebbe la minore delle cose", mentre l'ex procuratore generale del Ticino, Dick Marty, aveva detto che in questa vicenda "c'è un evidente sospetto di riciclaggio di denaro".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS