Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato identificato da ricercatori cinesi il virus influenzale che rischia di trasformarsi nella maggiore minaccia pandemica del prossimo anno: si tratta del virus EAH1N1, già circolante nei suini dal 1979, in grado di contagiare anche l'uomo.

I risultati dello studio, pubblicati sulla rivista Proceedings of National Academy of Science (Pnas), scrivono i ricercatori, "suggeriscono che un'azione immediata è necessaria per evitare la trasmissione agli esseri umani".

Nello studio, il team del Chinàs National Avian Influenza Reference Laboratory ha eseguito una vasta sorveglianza dell'influenza nei suini in Cina e isolato 228 virus influenzali da 36.417 suini nei macelli e negli allevamenti in 24 province a partire da agosto 2010 al marzo 2013. I ricercatori hanno scoperto che 139 dei 228 ceppi suini appartengono al lignaggio EAH1N1, una variante simil-aviaria del già ben noto AH1N1. Dopo il sequenziamento del genoma dei diversi campioni di questo virus, hanno diviso EAH1N1 in cinque genotipi e tutti hanno mostrato la capacità di infettare l'uomo.

"La maggior parte dei virus EAH1N1 può diffondersi facilmente tra gli umani", ha detto Chen Hualan, a capo del gruppo di ricerca, ma "i vaccini attuali e l'immunità preesistente nella popolazione non sono in grado di offrire una protezione sufficiente contro questi virus".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS