Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I danni alle barre combustibili nelle centrali nucleari svizzere sono rari. È quanto ha reso noto oggi l'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) nel suo rapporto sulla sorveglianza 2014.

L'IFSN precisa pure che gli impianti "si trovano in un buono stato a livello di sicurezza generale".

Per quanto riguarda i danni alle barre combustibili, nel rapporto si segnala un solo caso alla centrale nucleare di Leibstadt (AG). Negli altri quattro impianti non sono stati registrati difetti. Per i due reattori di Beznau (AG) e Mülheberg (BE) gli ultimi casi di barre difettose risalgono a più di dieci anni fa, mentre per Gösgen (SO) a quattro anni or sono, sottolinea l'IFSN.

Secondo il rapporto, tutte le centrali sono state gestite in modo sicuro nel 2014 e adempiono le esigenze di sicurezza definite dalla legge e dalle ordinanze.

Complessivamente sono stati notificati all'IFSN 38 eventi nucleari o radiologici con obbligo di segnalazione: 11 hanno interessato la centrale di Gösgen, 9 quella di Leibstadt, 8 Mühleberg, 5 a testa i reattori di Beznau I e Beznau II. Tutti gli eventi sono stati classificati al livello 0 della scala di valutazione internazionale INES, la quale conta otto livelli, da 0 a 7.

L'anno scorso si è infine registrato uno spegnimento automatico del reattore di Leibstadt, il 5 luglio 2014, a causa di un problema "senza conseguenze sulla sicurezza", precisa ancora l'IFSN.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS