Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La centrale nucleare di Mühleberg (BE) è sufficientemente protetta contro le piene, anche qualora prima o dopo l'impianto nell'Aare si accumulasse del legname contro ponti o sbarramenti. È la conclusione cui giunge l'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN), pubblicata sul suo sito internet.

In base ai dati finora disponibili, anche le centrali di Gösgen (SO) e Beznau (AG) dovrebebro essere sufficientemente protette da ostruzioni simili, tuttavia l'IFSN ha richiesto maggiori informazioni. Dopo il disastro di Fukushima, gli impianti elvetici hanno dovuto dimostrare di essere in grado di resistere anche a piene estreme, che statisticamente si verificano ogni 10'000 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS