Navigation

Il 2019 è stato un anno record per Sika

Un marchio ben noto sui cantieri e nelle fabbriche. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 febbraio 2020 - 08:31
(Keystone-ATS)

Sika sempre in crescita: il gruppo con sede a Baar (ZG) attivo nelle specialità chimiche, con prodotti per l'edilizia e l'industria, ha realizzato nel 2009 un fatturato di 8,1 miliardi, il 14% in più rispetto all'anno scorso e valore record nella storia aziendale.

Da primato si è rivelata anche la redditività: il risultato operativo Ebit si è attestato a 1,1 miliardi di franchi (+12%), mentre l'utile netto ha raggiunto 759 milioni (+10%), ha comunicato oggi la società.

"Abbia ottenuto risultati record e siamo convinti di poter mantenere anche nei prossimi anni la nostra dinamica di crescita", afferma il il presidente della direzione Paul Schuler, citato nella nota. Alla progressione dei ricavi ha contribuito l'acquisizione, in maggio, dell'azienda francese Parex, la più grande operazione nella storia di Sika.

La crescita organica si è attestata al 3%. Senza i costi straordinari legati al rilevamento di Parex l'utile d'esercizio sarebbe comunque salito a un ritmo superiore rispetto a quello dei proventi, sottolineano i vertici. Del buon andamento degli affari dovrebbero approfittare anche gli azionisti. Il consiglio di amministrazione propone di aumentare il dividendo di 25 centesimi, portandolo a 2,30 franchi.

Per il 2020 è atteso un giro d'affari in progressione di oltre il 10% in valute locali e un incremento dell'utile sopra la media. Il gruppo mette però in guardia da fattori di incertezza come il coronavirus, che potrebbero avere un impatto importante sui mercati. La dirigenza conferma comunque anche gli obiettivi della strategia 2023 presentata nell'autunno scorso, che verte su un aumento annuo del fatturato del 6-8% e su un margine Ebit che, a partire dal 2021, dovrebbe situarsi fra il 15 e il 18%.

I dati comunicati oggi non rappresentano una sorpresa: Schuler aveva già annunciato in gennaio che le cifre sarebbero state da primato. Gli analisti si aspettavano però ancora di più, seppur di poco. Per misurare l'impatto in borsa - Sika fa parte dei 20 titoli elvetici più importanti - occorrerà attendere l'apertura del mercato. L'azione ha dietro di sé anni di gloria: oggi è scambiata intorno ai 180 franchi, mentre cinque anni fa ne vale solo circa 50.

Fondata nel 1910 e nota per il suo logo dal caratteristico triangolo rosso, Sika produce sistemi e prodotti per l'incollaggio, la sigillatura, l'isolamento, l'insonorizzazione, il rinforzo e la protezione, utilizzati nei settori dell'edilizia e dell'industria automobilistica. Il gruppo è una realtà presente in un centinaio di paesi con oltre 300 fabbriche e 25'000 dipendenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.