Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'incontro di Casa von Wattenwyl tra Consiglio federale e vertici dei partiti di governo tenutosi oggi si è discusso delle decisioni prese mercoledì dal governo in merito all'applicazione del nuovo articolo sull'immigrazione approvato da popolo e cantoni un anno fa. Altri temi sono stati la situazione economica dopo l'abolizione della soglia minima del cambio franco-euro e i futuri progetti finanziari della Confederazione.

La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga, illustrando le decisioni dell'altro ieri, ha rammentato che anche in futuro l'ammissione dei cittadini dell'UE continuerà a essere disciplinata dall'Accordo di libera circolazione delle persone con l'UE. Quest'ultimo andrà rinegoziato; sarà l'esito dei colloqui a determinare l'avamprogetto di legge.

I partiti, afferma un comunicato del Consiglio federale, si sono limitati a prendere atto dell'orientamento che il governo intende dare al dossier sull'immigrazione. La volontà di promuovere il potenziale indigeno sul mercato del lavoro ha invece riscosso ampio consenso.

Durante l'incontro si è anche parlato di politica finanziaria. La consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf ha presentato i progetti concernenti l'attuazione dello scambio automatico di informazioni in ambito fiscale, la riforma III dell'imposizione delle imprese, la legge sui servizi finanziari, la legge sugli istituti finanziari e la riforma dell'imposta preventiva. I messaggi governativi a destinazione delle Camere su questi dossier dovrebbero essere pronti ancora quest'anno.

Il consigliere federale Johann Schneider-Ammann si poi è soffermato sulla situazione economica dopo l'abolizione del tasso minimo euro-franco da parte della Banca nazionale (BNS). Per il ministro delle finanze sarà indispensabile migliorare le condizioni quadro delle imprese per ridurre i costi. Schneider-Ammann ha poi ribadito il chiaro sostegno del governo agli accordi bilaterali.

All'incontro ha partecipato anche la consigliera federale Doris Leuthard che ha in informato i partiti in merito alle trattative relative all'accordo sull'energia elettrica con l'UE.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS