Navigation

Il tasso di disoccupazione scende in marzo al 3,2%

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 aprile 2012 - 08:31
(Keystone-ATS)

Il tasso di disoccupazione in Svizzera è sceso in marzo al 3,2% contro il 3,4% di febbraio. Alla fine del mese, 126'392 persone erano iscritte presso Uffici regionali di collocamento, vale a dire 6'762 in meno del mese precedente. Lo ha reso noto stamani la Segreteria di stato dell'economia (SECO). In Ticino il tasso di disoccupazione è sceso al 4,8% contro il 5,3 di febbraio. Nei Grigioni si è passati dall'1,8% all'1,6%.

Rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, vi sono stati 8'513 disoccupati in meno (-6,3%). In termini destagionalizzati, il tasso resta invariato al 3,1%.

La disoccupazione giovanile (15-24 anni) colpisce 17'450 persone, 1'630 in meno (-8,5%) di febbraio. Rispetto a marzo 2011, il calo è stato di 1'875 unità (-9,7%).

Le persone in cerca di lavoro registrate il mese scorso erano 180'912, vale a dire 6'403 in meno di febbraio e 16'925 in meno dello stesso mese dell'anno precedente, precisa la SECO. Il numero dei posti vacanti annunciati è diminuito di 541 unità, a 17'862.

La Seco ha reso noto oggi anche i dati sul lavoro ridotto di gennaio. Le persone colpite sono state 9'132, 3'653 in più (+66,7%) rispetto al mese precedente. Il numero delle aziende è aumentato di 114 unità (+21,3%), portandosi a 648 e quello delle ore di lavoro perse è cresciuto di 158'550 unità (+55,4%) a 444'695 ore. Nel corrispondente periodo dell'anno precedente (gennaio 2011) erano state registrate 333'165 ore perse, ripartite su 5'704 persone in 729 aziende.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?