Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Parigi e Berlino chiedono il rispetto delle regole nella gestione dell'immigrazione illegale. È quello che emerge da un comunicato diramato all'indomani di un incontro fra i ministri degli interni tedesco Thomas de Maizière e francese Bernard Cazeneuve.

"Molti dei rifugiati che sbarcano in Italia viaggiano poi verso altri Stati, in particolare del Nordeuropa", si legge nella nota congiunta. I ministri chiedono il rispetto delle regole Ue, "tra cui l'obbligo di registrare i migranti nel primo Stato europeo di arrivo". "Sia la Francia che la Germania sono particolarmente colpite dall'immigrazione illegale e sono tra gli Stati Ue che accolgono più rifugiati", è scritto nella nota.

De Maizière e Cazeneuve hanno inoltre annunciato la presentazione alla Commissione europea di un'iniziativa comune nei prossimi giorni per migliorare la situazione attuale. De Maizière parlerà anche di queste questioni con Angelino Alfano (atteso domani nella capitale tedesca), si legge ancora nel comunicato.

Recentemente il ministro degli interni della Baviera aveva attaccato duramente l'Italia per la forte discrepanza tra gli arrivi di migranti dalle coste dell'Africa settentrionale, oltre 60 mila nel 2013 secondo l'Onu, e le effettive richieste d'asilo registrate, circa 28 mila nello stesso anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS