Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TUNISI - La Tunisia considera "seria" la richiesta del leader libico Muammar Gheddafi, avanzata in occasione della sua visita a Roma, di ottenere dall'Unione Europea cinque miliardi di euro all'anno da impiegare nella lotta di contrasto all'immigrazione clandestina.
Lo rende noto una fonte autorizzata del ministero degli Esteri tunisino, diffusa dall'agenzia di stampa Tap. Ricordando che la Tunisia ha esaminato la questione "a livello bilaterale, segnatamente con la parte italiana e francese ed, egualmente, nel quadro dell'accordo di partenariato con l'Unione Europea", nella nota si afferma che il problema interessa direttamente la Tunisia per "il peso che non cessa di sopportare a causa del fenomeno dell'immigrazione clandestina e delle sue incidenze umanitarie, sociali ed economiche".
Il comunicato conclude sottolineando che "la Tunisia considera seriamente la proposta libica, il che impone uno studio approfondito al fine di giungere ad un quadro consensuale ed efficace per risolvere tale problema, in modo di preservare gli interessi delle diverse parti e rafforzare la capacità dei nostri Paesi ad identificare le soluzioni appropriate per lottare contro l'immigrazione illegale e non organizzata".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS