Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Implenia ha registrato nel primo semestre di quest'anno un aumento del fatturato del 7,2% a 1,51 miliardi di franchi ma un calo dell'utile netto del 53% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso a 8 milioni.

Lo ha comunicato oggi il numero uno svizzero delle costruzioni.

La contrazione si spiega con i costi di consolidamento in seguito all'acquisizione dell'impresa tedesca Bilfinger Construction, ha precisato Implenia, aggiungendo che la transazione ha d'altra parte permesso al gruppo di generare maggiori ricavi. Bilfinger ha contribuito al giro d'affari per 189,9 milioni di franchi.

L'utile operativo EBIT è calato del 26,5% a 15,4 milioni di franchi, ma senza gli effetti legati all'acquisizione è salito del 2,2% a 21,4 milioni di franchi, precisa la nota. Dal canto suo l'utile netto sarebbe diminuito solo dell'8,2% a 15,6 milioni senza tali fattori straordinari.

Commesse in crescita

Le commesse in portafoglio registrano un'evoluzione favorevole: a fine giugno segnavano una progressione del 21,3% su un anno, a 4,2 miliardi di franchi. Senza tener conto dell'acquisizione di Bilfinger Construction, l'aumento scende al 5%, un risultato definito "molto soddisfacente" dal gruppo.

Nel dettaglio, il segmento Development (sviluppo di progetti immobiliari) ha migliorato l'utile operativo del 2,7% a 15 milioni, grazie ad attività nella regione di Zurigo e in Romandia, rileva Implenia.

L'unita Modernisation ha proseguito nella crescita e l'attività regionale in Svizzera ha pure avuto un'evoluzione soddisfacente, mentre l'unità Buildings (edifici complessi) è rimasta al di sotto delle attese.

Per quanto concerne la divisione Infrastructure, il risultato EBIT è stato di 5,7 milioni di franchi, in crescita del 9,3% (con effetto Bilfinger: +42,9% a 7,4 milioni). Il segmento ha approfittato del buon tasso di occupazione nelle opere speciali di genio civile e nella costruzione di gallerie.

Infine, il segmento International, che opera in Scandinavia e nel paesi germanofoni, è stato penalizzato dai costi di ammortamento e dal deprezzamento del franco.

La performance d'Implenia nel semestre in rassegna è inferiore alle previsioni degli analisti interrogati dall'agenzia finanziaria AWP. Il gruppo conferma tuttavia il suo obiettivo di un EBIT tra i 140 e i 150 milioni di franchi per gli anni 2016/2017.

Si ritiene inoltre in grado di realizzare nell'insieme dell'anno un risultato operativo superiore a quello dell'esercizio precedente, su base comparabile. La direzione dell'azienda zurighese si basa su di un portafoglio di commesse molto pingue e su prospettive di mercato positive.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS