Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il commercio estero svizzero in maggio ha registrato un calo del 4,6% delle importazioni scese a 14,47 miliardi di franchi, mentre le esportazioni sono rimaste praticamente invariate (-0,7%) a 17,25 miliardi di franchi. La bilancia commerciale ha segnato un surplus di 2,8 miliardi di franchi.

I due principali settori d'esportazione, quello chimico farmaceutico e l'industria delle macchine e dell'elettronica hanno registrato una contrazione rispettivamente dell'1,9% a 7 miliardi di franchi e del 3% a 2,7 miliardi su un anno, precisa stamani l'Amministrazione federale delle dogane (AFD) in una nota.

Dal canto loro le esportazioni di orologi svizzeri hanno continuato a salire anche in maggio. L'aumento è stato dell'1,2% su un anno a quasi 1,9 miliardi di franchi. Nei primi cinque mesi dell'anno la progressione è stata d 3,3% a 8,7 miliardi di franchi, ha indicato oggi la Federazione orologiera (FH).

SDA-ATS