Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il fatturato nominale del settore principale della costruzione ha raggiunto nel secondo trimestre dell'anno i 5,2 miliardi di franchi, mettendo a segno un lieve aumento del 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2012. Sui primi sei mesi il giro d'affari nominale si è attestato a 8,6 miliardi di franchi, con una progressione su base annua del 3,3%.

Dopo l'inverno rigido, è stato necessario recuperare i ritardi accumulati. L'inverno si è prolungato fino in aprile, mese in cui ha nevicato più volte fino in pianura. Di conseguenza l'attività edilizia è stata ostacolata almeno in parte dalle condizioni meteorologiche anche nel secondo trimestre, afferma oggi un comunicato della Società Svizzera degli Impresari Costruttori (SSIC).

I portafogli ordini sono tuttavia ben forniti, soprattutto nella costruzione di alloggi, e la SSIC prevede per i prossimi trimestri un lieve aumento del fatturato.

"La situazione si presenta alquanto diversa nelle regioni di montagna. L'accettazione dell'iniziativa sulle residenze secondarie e la prassi restrittiva adottata al Tribunale federale offuscano notevolmente le prospettive", afferma la SSIC.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS