Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2013 gli ospedali svizzeri hanno effettuato meno trasfusioni rispetto all'anno precedente, registrando un calo del 6%. Per questa ragione i donatori di sangue verranno mobilitati meno spesso e alcuni centri di donazione accorceranno gli orari di apertura.

In un comunicato odierno i rappresentanti di Trasfusione CRS Svizzera - istituzione che fa capo alla Croce Rossa Svizzera - invitano comunque a non abbassare la guardia: i donatori devono rimanere motivati, altrimenti in breve tempo si rischiano carenze nelle scorte di sangue.

In effetti esisteranno sempre periodi - anche stagionali - di scarsità. L'organizzazione è anche preoccupata per lo sviluppo demografico: molti donatori abituali nei prossimi anni non potranno più mettere a disposizione il loro sangue per motivi di età. Trovare sostituti non sarà così facile.

SDA-ATS