Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 1'800 banconote da mille franchi, per un valore quindi di 1,8 milioni, sono state rubate durante il processo di produzione presso la società zurighese Orell Füssli e sono attualmente in circolazione. Lo ha fatto sapere stamane con un comunicato la Banca nazionale svizzera (BNS)

"Dall'autunno del 2012 la BNS è a conoscenza del fatto che sono circolazione banconote da 1'000 franchi che l'istituto non ha emesso". "Secondo i chiarimenti ottenuti, circa 1'800 banconote sono state rubate presso Orell Füssli durante il processo di produzione. Si tratta di banconote che non hanno superato integralmente tutte le fasi di fabbricazione", si legge nella nota.

Il Ministero pubblico della Confederazione ha aperto un'inchiesta che è ancora in corso.

Le banconote in questione sono riconoscibili perché manca l'indicazione del numero di serie, o perché il numero è stato stampato in un secondo tempo. Ma "a prima vista, afferma la BNS, sono difficilmente identificabili".

I detentori di banconote sospette possono chiedere un controllo di autenticità presso una qualsiasi banca oppure presso il Commissariato Moneta falsa della Polizia giudiziaria federale, oppure ancora presso la stessa BNS o un posto di polizia.

"I detentori di biglietti non validi saranno indennizzati", afferma il comunicato. Le spese saranno a carico di Orell Füssli.

Trovati a Londra

Le autorità svizzere hanno ricevuto il 5 ottobre 2012 dalla polizia britannica l'informazione che in un ufficio di cambio di Londra sono state trovate banconote da 1'000 franchi sospette. Il Ministero pubblico della Confederazione ha informato Orell Füssli ed ha aperto un'inchiesta, ma per non intralciare le indagini un anno fa si è deciso di non rendere pubblica l'informazione, scrivono sia la BNS che Orell Füssli.

La responsabilità per il danno finanziario causato dal furto è di Orell Füssli. Il gruppo zurighese ha lanciato lo scorso mese di settembre un avvertimento sugli utili, annunciando che a causa di errori nel settore della stampa di sicurezza i conti annuali avrebbero subito una riduzione di circa 8 milioni di franchi. Il danno legato al furto è compreso in questa cifra, precisa oggi il gruppo attivo nel settore dell'editoria e nella produzione di banconote.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS