Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto procedimenti contro alcune persone che avrebbero contribuito a divulgare video di propaganda dello Stato islamico. Esse sono sospettate di diffusione, visualizzazione e pubblicazione online e nei social media.

Anna Wegelin, portavoce dell'MPC, ha confermato oggi all'ats le informazioni pubblicate dal domenicale zurighese NZZ am Sonntag. Sono più di due dozzine i procedimenti nel "contesto dello Stato islamico", ha aggiunto precisando che riguardano soprattutto persone partite per impegnarsi nella jihad o delitti relativi alla criminalità organizzata.

Molti di questi procedimenti stanno per essere conclusi. A metà ottobre, quattro persone sospettate di fornire appoggio ad un'organizzazione criminale saranno incriminate, ha affermato Wegelin. Tre di esse si trovano in detenzione preventiva.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS