Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GRENOBLE - Un alpinista di 54 anni e la figlia di 20 sono rimasti uccisi dopo essere precipitati nel vuoto per 300 metri mentre erano impegnati nella scalata di una parete sul versante francese del Monte Bianco.
I due, secondo quanto ha reso noto la gendarmeria di Chamonix, si trovavano sull'Aiguille du Chardonnet e stavano procedendo in cordata a 3.750 metri di quota. "Uno di loro molto probabilmente è scivolato trascinandosi dietro il compagno", ha detto un portavoce della gendarmeria. Le due vittime erano di nazionalità francese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS