Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia indiana ha arrestato un 'imam' di una moschea sospettato di appartenere all'organizzazione terroristica pachistana della Lashkar-e-Taiba (LeT) e di pianificare attentati a New Delhi e in altre parti del nord dell'India. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa Pti.

Il religioso, di nome Mohammed Shahid, 28 anni e residente a Mewat, è stato prelevato dalla sua casa tre giorni fa dalla polizia di New Delhi in seguito a delle intercettazioni. Secondo gli investigatori, l"imam' era in contatto telefonico con degli esponenti della LeT in Pakistan. Un altro sospetto complice è attualmente ricercato.

Nella sua abitazione, secondo la polizia, sono stati trovati degli indizi "che provano chiaramente che la cellula stava per colpire dei mercati di New Delhi". La Lashkar-e-Taiba ('Armata dei Purì), sospettata di aver legami con Al Qaida, avrebbe organizzato il mega attentato agli hotel di Mumbai nel novembre 2008 costato la vita a oltre 160 persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS