Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sei persone, fra cui tre bambini, sono morte e altre due sono rimaste ferite per l'esplosione accidentale di un rudimentale ordigno in una casa di un villaggio della costa a 15 chilometri dalla centrale nucleare di Kudankulam (Knpp) nello Stato del Tamil Nadu (India meridionale). Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti.

Un portavoce del ministero dell'Interno indiano ha indicato che la bomba è esplosa "accidentalmente" mentre alcuni criminali la stavano manipolando nel villaggio di Idinthakarai, località principale della protesta che per oltre due anni si è sviluppata contro l'impianto atomico, ora in funzione.

Mesi fa e anche lo scorso anno squadre speciali di agenti hanno rastrellato le case del villaggio di Kunthankuli, vicino a Indinthakarai, sequestrando vari ordigni esplosivi.

Fonti della polizia locale hanno indicato che a causa della deflagrazione due case sono state rase al suolo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS