Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo indiano ha accettato sette delle 15 richieste degli agricoltori in protesta.

KEYSTONE/EPA/STR

(sda-ats)

Stamane la Kisan Kranti Padyatra, la marcia di protesta contadina partita il 21 settembre da vari stati del Nord, hanno raggiunto la meta finale, il Kisan Ghat, la piazza nel cuore di Delhi dove sorge il memoriale dedicato al leader contadino Chaudary Charan Singh.

Poco dopo la mezzanotte, la Polizia, che ieri aveva bloccato i manifestanti sul confine tra l'Uttar Pradesh e Delhi, dando vita a violenti scontri, ha smantellato gli sbarramenti, autorizzando i contadini ad entrare nella capitale. Lo riferiscono alcuni media indiani.

Ieri, dopo le ore di tensione, un incontro tra il ministro degli Interni e i leader degli agricoltori si era concluso con l'impegno da parte del governo ad accettare sette delle 15 richieste degli agricoltori.

Il quotidiano the Hindu scrive che il portavoce delle organizzazioni contadine Yudhvir Singh ha dichiarato: "Il governo ha detto che per soddisfare le altre richieste sono necessarie alcune delibere che hanno bisogno di tempo. Abbiamo deciso di terminare la Marcia ,ma se le promesse non verranno soddisfatte, torneremo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS