Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW DELHI - Tutti i partiti di opposizione hanno aderito oggi in India ad una giornata di sciopero nazionale ('Bandh') contro l'aumento del costo della vita, ed in particolare dei carburanti, che potrebbe creare gravi problemi al normale svolgimento delle attivita' soprattutto in quegli Stati indiani in cui il partito del Congresso di Sonia Gandhi non e' al potere.
Dopo una riunione dei vertici della coalizione di opposizione Alleanza nazionale democratica (Nda, centro-destra), L.K. Advani, leader del principale partito che la anima, il Bjp, ha detto che questo sciopero, per l'ampia adesione che ha raccolto, ''e' una prima assoluta in India''.
In un comunicato, la Nda ha sostenuto che ha deciso di agire perche' non tollera ''la cospirazione premeditata'' del governo contro la popolazione indiana.
Ma i responsabili deil raggruppamento di sinistra 'Left' hanno confermato l'adesione alla protesta, ma smentito una unita' di intenti con la Nda.
Associazioni degli autotrasportatori hanno annunciato ''piena adesione'' allo sciopero, mentre si ha notizia di vari treni bloccati e della paralisi del traffico ferroviario nello Stato del West Bengala. Minore finora l'impatto del 'Bandh' sul trasporto aereo nei principali aeroporti di New Delhi e Mumbai.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS