Navigation

India: crollo storico Pil, -23,9%

Strade semi deserte a Calcutta KEYSTONE/EPA/PIYAL ADHIKARY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 agosto 2020 - 20:33
(Keystone-ATS)

Secondo dati resi noti oggi dall'Istituto nazionale di statistica l'economia indiana ha registrato tra aprile e giugno di quest'anno uno storico crollo: meno 23,9 per cento, il peggiore risultato dal 1996.

Il tonfo riflette le conseguenze del lockdown imposto lo scorso marzo, che, bloccando per almeno due mesi la gran parte delle attività industriali e produttive, ha inciso gravemente su un'economia che stava già registrando un pesante rallentamento da tutto il corso del 2019. Il governo ha affermato che le previsioni potrebbero essere riviste perché la pandemia ha frenato anche la possibilità di una accurata raccolta dei dati.

"L'economia del Paese è intrappolata in un circolo vizioso, con la domanda che si sta contraendo pesantemente e gli interventi per neutralizzarla privi di adeguati fondi. Difficile prevedere un recupero prima della prossima primavera", ha dichiarato D. K. Srivastava, capo del reparto studi economici della Ernst and Young, e membro del Consiglio di Advisory della Commissione Finanziaria del governo.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.