Tutte le notizie in breve

La chiesa della Madonna di Fatima a Godamakunta, nel villaggio di Keesara nella diocesi di Hyderabad in India, è stata devastata (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/EPA/JAGADEESH NV

(sda-ats)

Una folla di circa cento persone ha devastato e vandalizzato la chiesa della Madonna di Fatima a Godamakunta, nel villaggio di Keesara, nella diocesi di Hyderabad in India.

"L'ennesimo episodio di intolleranza verso la minoranza cristiana è avvenuto ieri", informa Asianews. La chiesa era stata consacrata lo scorso 13 maggio da mons. Thumma Bala, l'arcivescovo, nel giorno in cui la Chiesa ha festeggiato il centenario delle apparizioni di Fatima.

Mons. Bala commenta: "Questo atto di dissacrazione, vandalismo e la distruzione delle statue ferisce in modo profondo i sentimenti religiosi della comunità cattolica. Siamo molto addolorati".

Il gruppo di persone, ha riferito al riguardo oggi il quotidiano The Hindu, si è in un primo tempo riunito nell'ufficio del 'panchayat' (Consiglio amministrativo del villaggio), per protestare, e si è quindi recato verso la chiesa della Madonna di Fatima.

In quel momento nell'edificio c'erano un guardiano e cinque operai che non hanno potuto impedire la distruzione delle statue del Cristo Gesù e della Madonna, e la distruzione di tutti gli ornamenti, gli oggetti, i quadri e le seggiole che si trovavano all'interno.

Non appena venuto a sapere dell'accaduto, l'arcivescovo Bala si è recato sul posto, dove nel frattempo era arrivata la polizia di Keesara, in compagnia di responsabili politici e religiosi locali.

Commentando l'incidente Roydin Roach, responsabile dell'Unione dei cattolici di tutta l'India, ha assicurato che "avevamo tutti i permessi per la costruzione della chiesa e non esisteva alcuna disputa con la gente del villaggio".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve