Navigation

India: maoisti sequestrano prefetto, uccisi due agenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 aprile 2012 - 15:56
(Keystone-ATS)

I maoisti indiani hanno sequestrato oggi un responsabile governativo dello stato orientale del Chhattisgarh e ucciso due guardie del corpo. Lo ha riferito la polizia locale all'agenzia Ians. Il prefetto Alex Paul Menon, del distretto di Sukma, è stato sequestrato da un gruppo di 15 ribelli, giunti su delle motociclette, che hanno fatto irruzione in un edificio dove si teneva una riunione di diversi funzionari statali.

È la quarta persona che i maoisti prendono in ostaggio in poco tempo dopo i due italiani Paolo Bosusco e Claudio Colangelo, entrambi liberati, e il deputato del parlamento dell'Orissa Jhina Hikaka, ancora nelle mani dei sequestratori. Proprio oggi è in corso il "processo" contro il 37enne parlamentare davanti a un "tribunale del popolo". I maoisti chiedono la liberazione di 13 prigionieri in cambio della liberazione di Hikaka. Va ricordato, infine, che ieri in Chattisgarh, dove ci sono le roccaforti dei ribelli comunisti che controllano diverse aree boschive dell'India nord orientale e centrale, tre persone sono state uccise dall'esplosione di una mina contro un convoglio su cui viaggiavano un parlamentare e un prefetto locale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?