Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

India: niente mancia, ostetrica getta neonato a terra, morto

Un'ostetrica di un ospedale nel nord dell'India ha gettato a terra un neonato partorito da pochi minuti perché il padre si era rifiutato di pagare una mancia. Il piccolo è morto sul colpo secondo quanto racconta oggi "The Times of India".

La tragedia è avvenuta in un nosocomio del distretto di Morena, nello stato del Madhya Pradesh, dove giovedì notte era stata ricoverata Sanju Rathore, di 24 anni. Dopo diverse ore di travaglio, la donna ha dato alla luce un maschietto.

Ma quando l'ostetrica ha chiesto ai genitori 500 rupie (circa 7.70 franchi) come regalo, il padre si è rifiutato di pagare l'intera somma offrendo soltanto 300 rupie.

Il giornale spiega che in India è consuetudine e anche di "buon auspicio" pagare una mancia alle infermiere e ostetriche dopo la nascita di un figlio.

È nato un violento battibecco con i genitori che è culminato con l'atroce gesto dell'ostetrica che, infuriata dall'affronto, ha scaraventato a terra il piccolo che aveva in braccio ed è poi fuggita. I genitori esterrefatti non hanno che potuto constatare la morte immediata del neonato.

A quel punto, il padre Sanjay, con il cadaverino tra le braccia, si è recato al commissariato della polizia di Kotwali per denunciare il fatto, ma gli agenti non gli hanno creduto. A nulla, inoltre, è servito protestare con i dottori dell'ospedale secondo i quali il bambino è "morto per un'infezione".

Soltanto dopo che la storia è trapelata su un giornale locale i vertici dell'amministrazione sanitaria del distretto di Morena hanno avviato un'inchiesta per far luce sulla vicenda e avvertito la polizia che ha ordinato l'autopsia per accertare le cause della morte del neonato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.