Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre 5.600 agricoltori si sono suicidati lo scorso anno in India a causa prevalentemente di problemi economici o famigliari. Lo scrive oggi l'agenzia di stampa Ians.

Citando il rapporto "Morti accidentali e suicidi in India 2014", preparato dall'Ufficio nazionale per la registrazione dei crimini, l'agenzia precisa che gli Stati dove si sono verificati la maggioranza dei 5.650 suicidi sono Maharashtra (45,5%), Telangana (15,9%) e Madhya Pradesh (14,6%).

Dalla distribuzione per sesso emerge invece che i suicidi sono quasi tutti di sesso maschile (5.178) e molto meno femminile (472). Fra le ragioni dell'atto estremo, dice infine il Rapporto, si segnalano l'indebitamento e la bancarotta (20,6%) e problemi famigliari (20,1%).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS