Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per il terzo giorno consecutivo, l'opposizione guidata dal partito del Congresso, ha bloccato i lavori del Parlamento per protesta in seguito ad alcuni scandali che hanno coinvolto il governo del leader della destra Narendra Modi.

Stamane, le sedute alla Camera (Lok Sabha) e al Senato (Raja Sabha) sono state interrotte più volte da un acceso scambio di accuse tra maggioranza e opposizione su alcune vicende di corruzione che hanno coinvolto entrambi gli schieramenti. Al centro delle polemiche, in particolare, il caso di Lalit Modi, ex presidente della 'Premier League'è di cricket (Ipl), in fuga dalla giustizia indiana dal 2010 e residente a Londra.

Il Congresso chiede le dimissioni della ministro degli Esteri Sushma Swaraj perché sospettata di aiutare l'uomo d'affari ad avere un visto dal governo britannico.

La leader italo indiana Sonia Gandhi ha dichiarato che intende continuare il boicottaggio dei lavori parlamentari fino a quando la Swaraj e altri leader del Bjp coinvolti in altri scandali non lasceranno l'incarico.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS