Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A non tutti piace stare sotto Nuova Delhi.

KEYSTONE/EPA/JAGADEESH NV

(sda-ats)

Violenti scontri sono avvenuti oggi a Darjeeling (India settentrionale) fra militanti del movimento indipendentista Gorkhaland Janmukti Morcha (GJM) e la polizia con un bilancio provvisorio, mentre l'incidente è ancora in corso, di due morti.

Lo riferisce la tv CNN News18. Le vittime, ha indicato l'emittente, sono un militante del GJM ed un vice commissario della polizia dello Stato di West Bengala. Gli scontri a fuoco sono cominciati quando una squadra speciale ha fatto irruzione in un laboratorio nell'area di Takvar a Darjeeling, dove presumibilmente si stavano fabbricando armi.

L'operazione è stata realizzata anche perché secondo informazioni di intelligence, nel laboratorio si nascondeva il capo del GJM, Bimal Gurung, che però non è stato trovato ed è forse riuscito a fuggire.

Il GJM, movimento che si batte per la creazione dello Stato indipendente di Gorkhaland nelle colline del West Bengala, ha animato una mobilitazione di 104 giorni che è stata sospesa il 26 settembre scorso in risposta ad un appello del ministro dell'Interno Rajnath Singh.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS