Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW DELHI - Almeno 56 bambini indiani affetti da talassemia sono risultati positivi ai test dell'HIV, e dell'epatite B e C, dopo trasfusioni sanguigne realizzate nell'ospedale statale Umaid di Jodhpur (India nord-occidentale). Lo scrive oggi il quotidiano The Times of India.
Secondo dati diffusi dalla Marwar Thalassaemic Society (Mts) che ha nei suoi registri i casi di 130 bambini, soltanto nell'ultimo anno e mezzo almeno otto di essi hanno contratto l'HIV dopo una trasfusione nell'ospedale mentre altri 46 sono stati trovati positivi per epatite.
Sulla base di questi risultati, le autorità della Mts hanno chiesto al governo del Rajasthan di dotare l'Umaid di tecnologie più avanzate per scoprire tempestivamente i campioni infetti nella Banca del sangue, e proteggere cosi' le fasce più povere della popolazione di Jodhpur che utilizzano l'ospedale pubblico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS