Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Uno storico incontro fra il premier indiano Narendra Modi e il collega pachistano Nawaz Sharif è cominciato oggi nella Hyderabad House di New Delhi.

Si tratta del primo formale incontro da anni fra i primi ministri dei due Paesi. Fonti governative hanno indicato che non c'è un'agenda precisa per il colloquio che durerà 35 minuti. Secondo gli analisti, comunque, fra i temi in esame vi saranno sicuramente il contenzioso del Kashmir e lo sviluppo delle relazioni commerciali.

L'invito fatto pervenire a Sharif aveva destato sorpresa a New Delhi, soprattutto perchè nei dieci anni di governo del partito del Congresso di Sonia Gandhi il Bjp all'opposizione, di cui ora Modi è l'incontrastato leader, aveva duramente criticato ogni tentativo del premier Manmohan Singh di aprire una qualche forma di dialogo con il Pakistan.

Modi e Sharif si sono lungamente stretti la mano davanti alle telecamere prima di ritirarsi a colloquio con le rispettive delegazioni. In mattinata, visitando la moschea della capitale, il primo ministro pachistano aveva assicurato di "essere venuto in India con un messaggio di pace per costruire migliori relazioni bilaterali".

India e Pakistan hanno relazioni tese fin dai tempi della partizione (1947) e hanno combattuto tre guerre, due delle quali fra le montagne a 5.000 metri di quota del Kashmir.

Più di recente fra i motivi di attrito con Islamabad si sono aggiunti il piano di investimenti indiani in Afghanistan (oltre due miliardi di dollari) e la decisione di New Delhi di fornire alle forze di sicurezza afghane materiale bellico di difesa.

SDA-ATS