Navigation

Indicatore consumi UBS: lieve calo in aprile

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 maggio 2011 - 10:03
(Keystone-ATS)

L'indicatore dei consumi calcolato dall'UBS ha registrato un lieve calo in aprile, scendendo di 0,10 punti a quota 1,58. Il valore si attesta tuttora leggermente al di sopra della media a lungo termine di 1,5 e segnala una crescita moderata dei consumi svizzeri nel confronto annuale, indica la banca una nota di oggi.

Hanno influito positivamente sul barometro la progressione delle nuove immatricolazioni di autovetture (aprile: +6,8% rispetto al mese corrispondente del 2010) e la leggera ripresa degli affari nel commercio al dettaglio. La flessione nella fiducia dei consumatori rilevata dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO) ha tuttavia prevalso su tali tendenze positive, spiega l'UBS.

Le cronache negative riguardo alla problematica del debito in Europa e alla catastrofe in Giappone potrebbero aver influito sfavorevolmente sulla fiducia dei consumatori, osserva la banca. I dati fondamentali secondo UBS Economic Research sono ancora favorevoli: il basso livello dei tassi, il boom del mercato del lavoro e la forza del franco, che rende più convenienti i beni di consumo importati, dovrebbero continuare a garantire una solida crescita dei consumi. La domanda quest'anno dovrebbe segnare un incremento dell'1,6% in termini reali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?