Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'aumento delle immatricolazioni di nuove autovetture fa prevedere una solida crescita dei consumi privati in Svizzera, nonostante il fatto che nel commercio al dettaglio il clima di fiducia sia leggermente calato. Lo rileva l'indicatore UBS dei consumi.

A giugno è salito da 1.62 a 1.68 punti, registrando un aumento per il terzo mese consecutivo. Il leggero miglioramento delle previsioni dipende soprattutto dall'aumento del numero delle immatricolazioni di autovetture nuove, che sono cresciute di circa un quinto sia rispetto all'anno precedente sia rispetto al mese precedente, scrive UBS in un comunicato.

I compratori di autovetture puntano preferibilmente su veicoli ad alta potenza; la potenza media di una nuova autovettura in Svizzera supera del 25% quella in Europa.

A questo forte aumento delle immatricolazioni si contrappongono le previsioni negative sull'andamento degli affari del commercio al dettaglio. I fatturati reali, diminuiti dell'1.6% dall'inizio del 2015 rispetto all'anno precedente, si fanno sentire. L'indice pubblicato dal Centro di ricerca congiunturale dell'ETH (KOF) ha subito una flessione rispetto al mese precedente da -10 a -13 punti, e riflette quindi le previsioni negative per il commercio al dettaglio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS