Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'industria svizzera continua ad evolvere positivamente, anche se ha perso un po' di dinamismo: da settembre a ottobre il Purchasing Managers' Index (PMI) è sceso di 1,1 punti a quota 54,2.

Dalla primavera scorsa dopo ogni rialzo dell'indice si registra una flessione nel mese successivo, rende noto in un comunicato Credit Suisse, i cui economisti interpretano i dati raccolti mensilmente con un sondaggio dall'associazione Procure.ch.

Il calo dell'indice di ottobre è da ricondursi alla flessione dei sottoindici "Produzione" e "Ordini". In questi due comparti la progressione ha registrato un leggero rallentamento, ma entrambi i sottoindici sono rimasti nettamente al di sopra della soglia di 50 punti, che rappresenta la linea di demarcazione tra flessione e crescita.

Per il sottoindice "Occupazione" risulta un calo di 0,8 punti a 52,4; rimanendo sopra quota 50. Ciò significa che l'industria tende piuttosto ad assumere che a licenziare personale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS