Navigation

Indignados 'invadono' il quartiere finanziario di Parigi

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2011 - 19:36
(Keystone-ATS)

Circa duecento 'indignati' sono giunti nel tardo pomeriggio di oggi nel quartiere La Defense, alle porte di Parigi, uno dei più importanti centri finanziari d'Europa, con l'intenzione di restarci accampati per diversi giorni.

"Il nostro obiettivo è sistemarci qui e aspettare le persone che hanno manifestato a Nizza e a Cannes contro il G20 che dovrebbero tornare questo fine settimana. Vogliamo restare questa notte e rimanere il più possibile", ha detto Nicolas, un giovane manifestante di Occupy France, anche se i manifestanti, equipaggiati di tende e sacchi a pelo "hanno ottenuto un'autorizzazione della questura limitata alle 21:00" di questa sera, ha precisato Nicolas.

Una dozzina di veicoli della polizia e della gendarmeria sono attualmente parcheggiati in prossimità del raduno. La Defense è tra i più importanti quartieri d'affari europei, con oltre 3.500 aziende e circa 20.000 dipendenti. "È il tempio della finanza, delle lobbies, a danno del popolo", denuncia Muriel, 50 anni, parlando con l'agenzia France Presse. Mentre per Jean-Jacques Zimermann, un insegnante di 53 anni, "è il simbolo del neoliberismo che fa soffrire l'umanità".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?