Navigation

Inflazione: scendono i prezzi in Svizzera, -0,1% sia mese che anno

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2011 - 10:51
(Keystone-ATS)

Inflazione negativa in Svizzera: in ottobre l'indice nazionale dei prezzi al consumo è sceso a 99,6 punti, con un calo dello 0,1% sia su base mensile che rispetto a un anno fa. A costare di meno sono state in particolare le automobili nuove e d'occasione, mentre più cari sono risultati i prodotti petroliferi e gli articoli d'abbigliamento, spiega l'Ufficio federale di statistica (UST) in un comunicato odierno. In settembre il rincaro annuo era stato dello 0,5%.

In confronto a ottobre 2010 sono regrediti gli indici dei gruppi trasporto (-1,1% nonostante un aumento dell'1,2% della benzina e dell'1,7% del carburante diesel), mobili, articoli e servizi per la casa (-1,0%), prodotti alimentari e bevande analcoliche (-0,4%), tempo libero e cultura (-0,4%), comunicazioni (-0,3%) - a fronte di una progressione nel campo della telefonia mobile - come pure ristoranti ed alberghi (-0,1%).

Hanno invece registrato una crescita gli indici dei gruppi bevande alcoliche e tabacchi (+4,0%), indumenti e calzature (+2,7%), nonché abitazione ed energia (+0,1%): in quest'ultimo caso hanno pesato le tariffe di nafta e gas. Il gruppo sanità è rimasto invariato, mentre per quello insegnamento non è stata effettuata alcuna rilevazione.

Per quanto riguarda la provenienza e su base mensile i prezzi dei prodotti indigeni sono diminuiti dello 0,1% mentre quelli dei prodotti importati sono rimasti stabili. Nel confronto annuale si assiste invece rispettivamente a una progressione dello 0,5% e a un calo dell'1,9%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?