Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli infortuni nel tempo libero causano costi per oltre 10 miliardi l'anno. La spesa raggiunge i 47,5 miliardi di franchi se si tiene conto anche dei costi immateriali causati dai dolori e dalle sofferenze, stando a uno studio reso noto oggi dall'Ufficio prevenzione infortuni (upi).

L'upi, in collaborazione con l'ufficio di consulenza e ricerca Ecoplan, ha calcolato i costi degli infortuni nella circolazione stradale, nello sport, in casa e nel tempo libero. Dallo studio è emerso che nel 2010 in Svizzera gli infortuni nel tempo libero hanno causato costi materiali di 10,4 miliardi di franchi. I costi materiali comprendono le spese per le cure mediche, la perdita di produzione, i costi di sostituzione del personale, le spese amministrative, i costi per la polizia e giuridici nonché i danni.

Il 42% (4,4 miliardi) di questa cifra è da attribuire agli incidenti della circolazione stradale, anche se rappresentano soltanto l'8% di tutti gli infortuni. Seguono gli infortuni in casa e nel tempo libero con il 37% (3,9 miliardi) e gli infortuni sportivi con il 21% (2,2 miliardi).

Tenendo conto anche dei costi immateriali causati dai dolori e dalle sofferenze, la fattura raggiunge i 47,5 miliardi. 22,5 miliardi sono dovuti agli infortuni in casa e nel tempo libero. Gli infortuni nello sport e nella circolazione stradale "costano" rispettivamente 14,6 e 10,5 miliardi.

A titolo di paragone, precisa ancora l'upi, l'abuso di alcol in Svizzera causa ogni anno costi materiali e immateriali pari a 6,9 miliardi di franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS