Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - Attentati e bombe hanno sconvolto oggi il Caucaso del nord (Russia meridionale), in Inguscezia e in Daghestan.
L'attacco più grave è avvenuto in Inguscezia, a Malgobek, con almeno tre morti in due attentati: ma il numero delle vittime è destinato a salire, perché un negozio è distrutto e c'era molta gente dentro.
Una commessa e un poliziotto sono morti e almeno 16 persone sono rimaste ferite in un attentato a Malgobek dove i terroristi sono entrarti in un negozio uccidendo la commessa e piazzando un ordigno. Quando la polizia è arrivata per indagare, i guerriglieri hanno fatto esplodere la carica uccidendo un poliziotto e ferendo 16 persone, fra cui agenti e il capo dell'amministrazione locale. Il negozio è distrutto e si continua a scavare.
Un altro terrorista è stato ucciso dalla polizia mentre tentava di attirare la polizia verso un monumento ai caduti della seconda guerra mondiale, sempre a Malgobek. Ha fatto saltare degli ordigni e ha preso una granata e una pistola per uccidere gli agenti che nel frattempo erano accorsi: ma questi hanno reagito velocemente e lo hanno ucciso.
A Makhackhala, capitale del Daghestan, è stato intanto ucciso l'imam di una moschea: uno sconosciuto ha aperto il fuoco su di lui e su un gruppo di credenti che andavano alla moschea per il rito mattutino. Un uomo è rimasto ferito. L'assassino è riuscito a scappare.

SDA-ATS