Navigation

Iniziativa a favore delle famiglie: UDC, il governo si contraddice

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2012 - 16:02
(Keystone-ATS)

"Il governo preferisce discriminare i genitori che crescono ed educano i loro figli". Questa in sintesi la reazione dell'Unione democratica di centro (UDC) alla decisione odierna del Consiglio federale di bocciare, senza opporvi alcun controprogetto, l'"Iniziativa a favore delle famiglie: deduzioni fiscali anche per i genitori che accudiscono personalmente i figli".

Il diritto tributario - rileva il governo - deve essere il più possibile neutrale nei confronti dei diversi modelli famigliari e non deve favorire la "famiglia tradizionale". In un comunicato l'UDC, che ha promosso l'iniziativa, afferma di essere "perfettamente d'accordo con questo principio e proprio per questa ragione intende accordare uno sgravio fiscale alle due forme di educazione dei figli", ossia la custodia da parte di terzi, che gode di agevolazioni tributarie, e la cura da parte dei genitori, per cui non è prevista deduzione alcuna.

L'iniziativa chiede che tutte le famiglie con figli beneficino delle stesse deduzioni fiscali, che i bambini siano accuditi da membri della famiglia o da terzi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?